Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Super Lucky's Tale

Super Lucky's Tale - Provato su Xbox One X

Abbiamo provato su Xbox One questo nuovo action-platform di Playful Entertainment.

  • Testo: Sam Bishop

Grazie al successo di Yooka-Laylee, Crash Bandicoot: Nsane Trilogy e Sonic Mania usciti quest'anno, sembra che ancora una volta ci sia un mercato non solo per i platform retrò, ma anche per quelli che vantano animali colorati. Super Lucky's Tale si aggiungerà a questa lista non appena debutterà su PC e Xbox One il prossimo 7 novembre, insieme a Xbox One X, e abbiamo avuto la possibilità di giocare al titolo sulla nuova console di Microsoft a Londra ad un recente evento Xbox Showcase, durante il quale abbiamo giocato ad un livello del gioco.

Questo gioco non rappresenta il debutto di Lucky, in realtà, in quanto la colorata creatura di Playful Entertainment era presente anche in un gioco d'avventura, Lucky's Tale, su Oculus Rift l'anno scorso. Ora, però, si prepara ad abbandonare il mondo della VR per approdare a quello del videogioco più tradizionale e quando abbiamo parlato con Playful a Londra ci hanno assicurato che questo è un gioco totalmente autonomo e non avrete bisogno di giocare all'originale per riuscire a godervi questo titolo.

In sostanza, il formato del gameplay non è cambiato molto dal gioco per Oculus Rift, in quanto è ancora un platform molto bello quando si corre, salta e attacca per riuscire a risolvere piccoli puzzle e avanzare. Non è niente di nuovo, ma qui non avete l'impedimento di dovervi muovere esclusivamente utilizzando un dispositivo VR, che è un vantaggio. Ciò significa, però, che il motion controller non è incluso, quindi cattive notizie se amavate lanciare bombe utilizzando questa funzione nell'originale.

Super Lucky's Tale

La prima cosa che abbiamo notato non appena abbiamo esplorato la schermata iniziale dei menu è che la musica è molto rilassata, un aspetto che sembra essere una decisione consapevole da parte dei designer. È tutta una questione di prendersi il proprio tempo e avere un'esperienza divertente e rilassata, a quanto sembra, e le melodie lente e affascinanti del gioco rafforzano indubbiamente questo concetto. Ciò non significa che non siano memorabili, anche perché una volta che abbiamo smesso di giocare, alcune di queste ci sono rimaste in testa.

Il livello che abbiamo visto poi ci ha dato il compito di svegliare il Grande Golem per scoprire se fossimo degni di combattere contro Master Mittens, maestro delle arti Mew-Shu, e per fare questo abbiamo bisogno di raccogliere le tre teste dei campanili, per poi risvegliare questo Grande Golem dal suo sonno. Così abbiamo dovuto percorrere tre percorsi separati nei livelli per riuscire ad ottenere queste tre teste, qualcosa che abbiamo visto fare molto tempo prima.

Per quanto riguarda i puzzle e i nemici che abbiamo dovuto affrontare per ottenere queste teste (che poi abbiamo dovuto riportare indietro), questi non sono mai stati troppo complicati, ma erano strani e meravigliosi (come dovrebbero essere per un platform 3D) sia che fossero piante omicide che cercano di colpirvi, sia che si tratti di combo con piattaforme rotanti/palle di fuoco, mentre si tenta di riportare indietro la pesante testa.

Super Lucky's Tale

A livello visivo, questo livello ha seguito la classica formula evergreen che abbiamo visto in tanti giochi prima di esso, e non è chiaro quali altri stili di livello ci si possa aspettare nel gioco completo, ma in entrambi i casi, questo livello di partenza ci è sembrato fantastico, è tutto quello che possiamo chiedere. Come previsto su Xbox One X, tutto questo sembrava molto rifinito, con un altissimo livello di definizione, colori sfumati e texture abbastanza spettacolari, quindi questo potrebbe essere uno di quei giochi per cui i fan non vedono l'ora di mettere a confronto 4K e HD.

Come ci si aspetterebbe da un gioco di questo tipo, ci sono anche segreti da collezionare, quindi vi consigliamo caldamente di lasciare spesso il sentiero principale e buttare un occhio a piattaforme e passaggi segreti. Se si considera la natura familiare del gioco, questi extra non sono troppo difficili da ottenere, ma sembrano aggiungere un buon numero di ore, se siete veramente intenzionati a recuperarli tutti.

Un problema minore che abbiamo individuato durante la nostra prova sono stati i movimenti di Lucky, in quanto a volte può risultare un po' lento e goffo. Non si gira e non reagisce abbastanza velocemente quanto necessario a volte, e anche se questo non ci ha mai portato a morire o a cadere da sporgenze o qualsiasi altra cosa, resta comunque una parte non soddisfacente del gioco.

Super Lucky's Tale

Alla fine, dopo aver raccolto tutte le teste e svegliato il Golem, abbiamo dovuto affrontare Master Mittens in una boss fight, e probabilmente la parte più difficile del livello (come ci si aspetterebbe). Qui abbiamo dovuto schivare colpi in arrivo da sinistra, a destra e al centro, cercando di deviare anche gli attacchi dei minion, e almeno una volta abbiamo perso una vita.

Nel complesso, però, è molto interessante da esplorare e sembra offrire il tipo di intrattenimento colorato e gioioso che ci aspettiamo e amiamo in un platform 3D. Certo, non sembra puntare sulla difficoltà, ma è un tipo di intrattenimento innocente con un sacco di cose bellissime, qualcosa che dovrebbe rivolgersi al pubblico dei giocatori più giovani e ai fan dei platform 3D più vecchi.