Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Monster Boy and the Cursed Kingdom

Monster Boy and the Cursed Kingdom - Provato

Pronti a meravigliarci ancora.

La serie Monster Boy è di nostro interesse da parecchi anni. Tutto è iniziato con una campagna Kickstarter per un gioco chiamato inizialmente Flying Hamster II: Knight of the Golden Seed nella primavera del 2014. Era un gioco che aveva tratto parecchia ispirazione dai giochi della serie Monster World, sviluppati da Sega e Westone alla fine degli anni '80 e negli anni '90, ma usava il brand di Hammer Flying di Game Atelier. La campagna è stata cancellata poco prima del suo completamento, ma solo perché Game Atelier aveva trovato un partner in FDG Entertainment e insieme avrebbero creato il primo nuovo gioco della serie Monster World dopo vent'anni. Potevano inoltre vantare la partecipazione del creatore originale, Ryuichi Nishizawa, come collaboratore.

Il franchise era stato parecchio trascurato dall'editore originale Sega e dallo sviluppatore Westone per così tanto tempo. Il primo segno di vita in questo secolo è stato quando Monster World IV, la release precedente per Mega Drive in Giappone, è stato pubblicato su Virtual Console, Xbox Live Arcade e PSN nel 2012. E quest'anno abbiamo ottenuto anche il bel remake realizzato da Lizardcube su quello che forse è il gioco più amato della serie, Wonderboy: The Dragon's Trap (aka Monster World II).

Monster Boy and the Cursed Kingdom

Alla Gamescom abbiamo avuto la possibilità di gustarci una sessione estesa di Monster Boy and the Cursed Kingdom, un gioco il cui lancio è attualmente atteso per l'inizio del prossimo anno. Arrivando dopo The Dragon's Trap, un gioco che è rimasto religiosamente bloccato ai controlli del gioco originale, è chiaro che Monster Boy ha un tocco più moderno, un design leggermente più indulgente, se volete. I fondamenti di base restano gli stessi, naturalmente, ma meccaniche come l'uso delle palle di fuoco è stata resa più accessibile.

La demo che abbiamo giocato è partita da una spiaggia, dove giocavamo nei panni di Monster Boy, e si è conclusa dopo aver sconfitto il boss Octopus ed essere tornati in città trasformato in un maiale ciclopico. Uno degli aspetti più importanti di Monster World sono sicuramente i segreti e i contenuti opzionali. Alcuni di questi saranno accessibili solo quando vi siete trasformati nel personaggio richiesto dal contesto (ci sono sei trasformazioni nel gioco): il maiale, per esempio, è in grado di fiutare piattaforme e porte segrete, mentre il serpente striscia su superfici melmose. Queste trasformazioni danno sempre grande soddisfazione, non appena si capisce in che modo accedere a una zona apparentemente irraggiungibile a prima vista.

Abbiamo giocato alla demo di Nintendo Switch e la grafica era nitida, il frame-rate solido e non abbiamo davvero alcuna lamentela da fare per quanto concerne le sue performance. Una cosa che ci è davvero piaciuta è la musica, ma non solo perché era una versione aggiornata della musica originale della serie, ma dato il pedigree dei talenti coinvolti nella composizione della colonna sonora, ci sono tutti i motivi per credere che sarà ancora meglio nel gioco finale.

Monster Boy and the Cursed KingdomMonster Boy and the Cursed KingdomMonster Boy and the Cursed Kingdom

È ovvio che osservare il gioco ora che le immagini sono state revisionate nel corso dello sviluppo del gioco rende tutto più evoluto e più rifinito in questa fase. L'animazione e il design dei nemici erano impressionanti, e se c'è un aspetto che sembra essere stato ampliato rispetto ai titoli precedenti di Monster World è il numero di personaggi con cui parlerete, il ritmo della storia e i dialoghi. Ci sono un sacco di battute relative ai vecchi giochi, Pepelogoo di Monster World IV e la cattedrale nella città in cui arriviamo dopo aver sconfitto Octopus è ornata da finestre dipinte che rappresentano i quattro eroi dei titoli precedenti.

Anche se la demo cui abbiamo giocato di Monster Boy and the Cursed Kingdom aveva tutti i caratteri dei vecchi giochi di Monster World, va anche detto che il concept è stato rivisto e si è evoluto per soddisfare il pubblico di giocatori contemporaneo. Più permissivo, più intuitivo in alcuni aspetti, e con una narrazione più corposa, non vediamo l'ora di scoprire cosa avrà di offrire il gioco completo in arrivo il prossimo anno.

Monster Boy and the Cursed KingdomMonster Boy and the Cursed KingdomMonster Boy and the Cursed Kingdom